Il crowdfunding in Italia
Report 2015

Un completo report del mercato, una mappatura delle piattaforme italiane e un'analisi dei trends emergenti

Scopri di più

La ricerca

La ricerca è stata realizzata dall'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e coordinata dalla prof. Ivana Pais, con il contributo di TIM quale partner dell'iniziativa ed il supporto tecnico di Starteed.

All'indagine hanno risposto 51 piattaforme (il 62% del totale),
delle quali 40 sono attive (il 57% delle attive mappate) e
11 sono in fase di lancio (l'85% delle piattaforme in fase di lancio mappate).

  • Composizione del mercato

    In Italia si contano attualmente 82 piattaforme di crowdfunding.
    Di queste, 69 sono attive (al 21 Ottobre 2015) e 13 sono in fase di lancio.
    Rispetto all’ultima mappatura delle piattaforme di crowdfunding, si nota un forte incremento: nel maggio 2014 si contavano 41 piattaforme attive, con un aumento ad oggi del +68%: le piattaforme crescono per differenziazione, non per imitazione.

  • Totale Piattaforme Piattaforme Attive
  • Distribuzione delle piattaforme per modello

    Modello %
    Ricompense 45%
    Donazioni 19%
    Equity 19%
    Debito 4%
    Ricompense+Donazioni 12%
    Donazioni+Debito 1%
    Totale 100%
  • Le sedi

    A livello geografico, la maggior parte delle piattaforme di crowdfunding è collocata nell'Italia settentrionale (26 sedi legali e 33 operative); un ruolo di rilievo ricopre la città di Milano, sede legale di 16 piattaforme e sede operativa di 18. Nel Centro Italia sono collocate 7 sedi legali e 9 sedi operative; nel Sud Italia si registrano 5 sedi legali e 3 sedi operative.

  • iPhone Thumbnail
  • I fondatori

    Gli imprenditori di questo settore sono prevalentemente uomini (68%), sotto i 40 anni (l’età media è 38,5 anni), laureati (81%), con una formazione in ambito economico (32%) o ingegneristico (12%).

    Il 67% svolge attività ulteriori rispetto alla gestione della piattaforma. Prevalgono le reti personali: nel 47% dei casi i fondatori sono parenti o amici.

    2 fondatori > 10
    3 fondatori > 17
    4 fondatori > 8
    5 fondatori > 2
    6 fondatori > 3
    7 fondatori > 3
    8 fondatori > 8

    Dati espressi in valore assoluto
  • La forma giuridica

  • Società a responsabilità limitata: 21 Startup innovativa iscritta al registro: 7 Società per Azioni: 7 Società Semplice: 1 Società in accomandita semplice: 1 Società in nome collettivo: 1 Cooperativa: 1 Società cooperativa per Azioni: 1
  • La forza lavoro

  • Complessivamente, le piattaforme di crowdfunding italiane intervistate danno lavoro a 249 persone, con una media di 5,7 lavoratori per piattaforma.

    Mediamente, all’interno delle piattaforme lavorano 1,5 dipendenti, 2,1 collaboratori stabili e 2,1 collaboratori occasionali.

  • Mercati e pubblico di riferimento

  • Complessivamente, per circa 3 piattaforme su 4 (il 73%) il mercato di riferimento è quello nazionale; il 14% delle piattaforme si rivolge a un mercato locale e solo il 12% a un mercato estero (europeo, 8% o extra-europeo, 4%).

  • Nello specifico, la maggior parte delle piattaforme (82%) si rivolge a privati, ma è alta anche la percentuale di quelle che si rivolgono ad associazioni (74%), superiore rispetto alle aziende (67%); la quota di piattaforme che si rivolge alla Pubblica Amministrazione è del 49%.

  • Distribuzione percentuale delle piattaforme intervistate per principale mercato di riferimento

  • Locale Nazionale Estero/Europa Estero/Extra/Europa
  • Modelli e campagne

  • 100.924

    progetti presentati
    (+108% da maggio 2014)

  • 21.384

    progetti pubblicati
    (+67% da maggio 2014)

  • 30%

    tasso di successo
    (era del 37% nel 2014)

  • Il valore del crowdfunding

  • Il valore complessivo dei progetti finanziati attraverso le piattaforme intervistate è pari a quasi 56,8 milioni di euro, con un aumento dell’85% rispetto ai 30,6 milioni di euro rilevati a maggio 2014.

    Debito: 22.824.000 € Donazioni: 1.356.410 € Donazioni+Debito: 20.230.324 € Equity: 1.637.631 € Ricompense: 7.104.340 € Ricompense+Donazioni: 3.630.034 €

    56,8 milioni di Euro

    Totale complessivo raccolto

  • Tipologia di campagne

  • Prevalgono le campagne creative e culturali (37%) e sociali (34%), quelle imprenditoriali si fermano al 20%. Per il 2016 le piattaforme prevedono una crescita delle piattaforme imprenditoriali, civiche e immobiliari.

    È stato chiesto inoltre alle piattaforme (sia attive che in fase di lancio) di fare una previsione rispetto alle campagne che immaginano di promuovere nel 2016. Il confronto con quelle pubblicate finora mostra un aumento previsto delle campagne imprenditoriali (dal 20 al 26%), civiche (dal 6 al 9%) e immobiliari (dal 2 al 5%) e una diminuzione dei progetti di tipo creativo e culturale (dal 37 al 34%) e sociale (dal 34 al 27%)

  • Campagne pubblicate finora Campagne previste per il 2016
  • Campagne finanziate

  • Prevalgono le campagne di piccolo taglio, tra i 1,000 e i 10,000 euro (81% delle campagne pubblicate e 91% delle finanziate).

  • Campagne pubblicate Campagne finanziate Valori espressi in percentuale
  • I donatori / finanziatori

  • Complessivamente, le piattaforme di crowdfunding attive intervistate hanno raccolto 857.331 donatori/finanziatori.

    Fra i finanziatori, quelli “seriali” (che hanno finanziato più di un progetto) rappresentano mediamente il 30%.

    Distribuzione percentuale delle piattaforme intervistate per numero di donatori/finanziatori
    Fino a 100 > 29%
    Da 101 a 500 > 21%
    Da 501 a 1.000 > 15%
    Da 1.001 a 10.000 > 12%
    Da 10.001 a 50.000 > 15%
    Oltre 50.000 > 9%
  • Quote di finanziamento

  • Per quanto riguarda le quote di finanziamento,
    mediamente sono così distribuite:

    il 9% sotto i 5 euro
    il 23% dai 5 ai 10 euro
    il 14% dagli 11 ai 20 euro
    il 14% dai 21 ai 30 euro
    il 4% dai 31 ai 40 euro
    l'11% dai 41 ai 50 euro
    il 10% dai 51 ai 100 euro
    il 16% sopra i 100 euro

  • Modalità di pagamento

    Rispetto alle modalità di pagamento, la maggior parte delle piattaforme di crowdfunding intervistate utilizza il payment gateway (76%), la carta di credito (67%) e il bonifico bancario (65%). L’sms non risulta invece una modalità di pagamento diffusa.

  • Payment gateway: 76% Carta di Credito: 67% Bonifico Bancario: 65% SMS: 2% Dati espressi in percentuale relativa
  • Canali di revenue e servizi aggiuntivi

  • Per quanto riguarda i canali di revenue, la maggior parte (il 78%) delle piattaforme intervistate utilizza la percentuale del transato.

    Il 69% delle piattaforme intervistate offre anche servizi aggiuntivi.

    Il 57% delle piattaforme prevede il monitoraggio dei progetti.

    Percentuale sul transato: 78% Altro: 14% Servizi: 14% Sponsorship: 10% Advertising: 2% Dati espressi in percentuale
  • Canali di revenue delle piattaforme
  • Per crescere

    Per far crescere il business le norme contano poco, è più importante la diffusione della cultura del crowdfunding.

  • Nuove norme sul Crowdfunding: 29% Finanziamenti: 50% Partnership con grandi aziende: 50% Maggiore cultura del Crowdfunding: 73% Altro: 13% Dati espressi in percentuale

Scarica il report completo del Crowdfunding in Italia

Inserisci il tuo indirizzo email per scaricare il report completo!